5°C

San Marco in Lamis

Partly Cloudy

Humidity: 93%

Wind: 8.05 km/h

  • 24 Mar 2016 12°C 7°C
  • 25 Mar 2016 13°C 7°C
Log in
 

180 stazioni di ricarica elettrica dalla Norvegia all’Italia. Trevisi (M5S): “Presto in Puglia sarà possibile installare dei punti di ricarica domestici”

  • Scritto da Alberto Claudio De Giglio Responsabile Comunicazione M5S Puglia

“La mobilità elettrica sarà presto realtà in tutta Europa, come dimostra il progetto finanziato dall'Unione Europea che prevede entro il 2020 la realizzazione di 180 stazioni di ricarica ultrarapida, grazie alle quali potrebbe essere possibile viaggiare dall'Italia alla Norvegia utilizzando un'auto elettrica. La Puglia non può restare indietro e deve immediatamente diventare operativa in questo settore”. Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi, che nella scorsa seduta di bilancio ha presentato un emendamento per finanziare l'acquisto e l'installazione di punti di ricarica domestica, alimentati da elettricità certificata Green ossia prodotta fonti rinnovabili, per veicoli elettrici.


“Presto verrà pubblicato un bando per permettere ai cittadini di accedere ai contributi. L’avviso - spiega Trevisi - prevede un forte contributo che verrà erogato a fondo perduto per coprire le spese di intervento, per un importo massimo di 1.500 euro per intervento ammesso, in favore di privati cittadini e condomini che vogliono installare un punto di ricarica di auto elettriche. In particolare, saranno ammesse a contributo le spese per l’acquisto e l’installazione di punti di ricarica domestica per veicoli elettrici (wall box/colonnina), comprese le spese relative a piccoli interventi edilizi finalizzati all’installazione degli stessi. È ammesso il finanziamento di una colonnina con più prese. Ciascun richiedente, privato cittadino o condomini, potrà presentare istanza di contributo per un solo punto di ricarica.” Questo rappresenta - conclude Trevisi- solo un primo intervento ma molte altre proposte del M5S sono in cantiere per trasformare il nostro modello energetico in un sistema dove i cittadini da semplici consumatori diventano gli attori principali della soluzione dei gravi problemi ambientali che attanagliano questa regione.”