5°C

San Marco in Lamis

Partly Cloudy

Humidity: 93%

Wind: 8.05 km/h

  • 24 Mar 2016 12°C 7°C
  • 25 Mar 2016 13°C 7°C
Log in
 

Fondi strutturali e di investimento, 278 miliardi di euro nell'economia europea

  • Scritto da Europuglia

Pubblicata dalla Commissione la relazione strategica 2017 sull'attuazione dei fondi strutturali e di investimento europei, che include un capitolo sulla Cooperazione ed è accompagnata da un documento di lavoro dei servizi che fornisce informazioni più dettagliate e diversi progetti Interreg come esempi. Il documento mette in luce i risultati conseguiti dai cinque fondi dell'UE dall'inizio del periodo di finanziamento ora che l'attuazione dei programmi 2014-2020 ha raggiunto il pieno regime.

Entro ottobre 2017 quasi la metà della dotazione di bilancio 2014-2020 dei fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) era stata impegnata in progetti concreti. Entro la fine del 2016 avevano ricevuto il sostegno dei fondi quasi 793 500 imprese, creando circa 154.000 nuovi posti di lavoro.

Hanno già beneficiato di assistenza alla ricerca di occupazione e allo sviluppo di competenze 7,8 milioni di persone, mentre è stata migliorata la biodiversità di 23,5 milioni di ettari di terreni agricoli. Nel complesso, entro la fine del 2016 erano stati selezionati 2 milioni di progetti finanziati dall'UE, vale a dire 1 milione in più rispetto all'anno precedente.

Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione responsabile per l'Occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: "I fondi strutturali e di investimento europei hanno un ruolo fondamentale nel rafforzamento del mercato unico, aiutano la crescita delle nostre economie e promuovono l'innovazione e la creazione di posti di lavoro in Europa. La combinazione dei fondi strutturali con il Fondo europeo per gli investimenti strategici consente inoltre di finanziare progetti più rischiosi ma anche più promettenti. Vorrei incoraggiare i promotori di progetti a prendere in considerazione tale possibilità".

"In un solo anno il numero di progetti finanziati dall'UE è raddoppiato; questo significa che la loro attuazione ha raggiunto la velocità di crociera - ha affermato Corina Crețu, Commissaria responsabile per la Politica regionale - I fondi strutturali e di investimento europei funzionano a pieno regime e soffieranno nelle vele dell'Europa per i prossimi dieci anni".

Oltre ai progetti nel settore digitale, dell'inclusione sociale e dell'ambiente che vedono ora la luce grazie ai finanziamenti dell'UE, emerge dalla relazione che le novità introdotte nel periodo di finanziamento 2014-2020 hanno davvero prodotto risultati.